Dialogare per conoscersi - Chiesa Taoista d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dialogare per conoscersi

Dialogo Interreligioso
 
“Invero ogni essere è altro da sé, e ogni essere è se stesso.
Questa verità non la si vede a partire dall’altro, ma si comprende partendo da se stessi.
Cosi è stato detto: l’altro proviene dal se stesso, ma se stesso dipende anche dall’altro.
Così, il Santo non adotta alcuna opinione esclusiva e s’illumina dal Cielo.
Che l'altro e se stesso cessino di opporsi, questo è il perno del Tao.”

Zhuangzi, cap. 2, Sull’uguaglianza delle cose

La Religione Taoista è aperta e dialogante con tutti perché siamo tutti membri della stessa Famiglia Umana.
Ciascuno con le sue diversità, necessarie per l'identità e per questo vanno rispettate e difese, ma uniti per il Bene comune, animati dagli stessi meta-Valori spirituali.

Il dialogo interreligioso, nel senso di dialogo fra credenti, è importantissimo non solo perché la diversità è un Bene prezioso che va protetto con sollecitudine e delicatezza, ci consente di conoscere l'altro da me e in questo modo mette da parte il nostro egocentrismo ma perché è il presupposto per crescere insieme in sincronia e unione di intenti, per il beneficio dell’intera Umanità.

Per questo, come insegnano le nostre Scritture sacre, noi taoisti siamo solleciti verso il mondo, mettendo da parte i nostri interessi, senza disputare, collaborando con tutti, dalle grandi organizzazioni al nostro vicino di casa affinché ciascuno possa essere se stesso e nessuno si perda.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu